SPETTACOLO NON PIU’ IN PRODUZIONE La Bottega de le Ombre P.I. 01435510431 IL FIGLIO DELL’UOMO drammatizzazione della passione di Cristo tratta dalle sacre scritture di Sergio Cecconi Regia di Giancarlo Salvucci La scelta di un allestimento scarno e senza orpelli scenografici da alla messinscena un carattere mistico e perentorio. La totale rinuncia all’immagine da modo al verbo di elevarsi al ruolo di protagonista, riappropriandosi della giusta dignità. La Parola sovrasta la forma. La ribellione della coscienza verso l’apparenza che sta annebiando lo sguardo di un’umanità sempre più piccola e marginale, che si sta smarrendo tra le nebbie dell’effimerio, tra i fumi del vizio, tra i miasmi del potere.Solo l’amore e il rispetto della vita può riuscire a diradare i vapori della caligine e a riportare il nostro bistrattato mondo verso la dimensione della giustizia e della dignità. La coscienza divina fa sentire la propria voce. Sta all’uomo ascoltarla in nome della dignità o ignorarla in nome del nulla. Spettacolo prodotto nel 2001